Rispetto, Dignità, Positività, Relazioni interpersonali, Senso d'appartenenza, Professionalità

Benvenuti

Il saluto del nostro direttore

A nome della Fondazione Casa per Anziani di Giubiasco vi porgo il benvenuto nel sito ufficiale. Qui troverete tutte le informazioni necessarie per una primo contatto con la nostra struttura. Il nostro Istituto vuole essere un punto di riferimento all'avanguardia per il nostro territorio per la presa a carico in ambito geriatrico. La gestione dell'Istituto è basata sull'applicazione quotidiana dei nostri Valori.
Vi invitiamo a contattarci per qualsiasi delucidazione o per fissare un appuntamento.

Bruno Cariboni
Direttore

Aranda - Fondazione Casa Per Anziani

Dal 1975 un Istituto all'avanguardia.

Luogo di accoglienza e di cura che risponde alle esigenze odierne dell'anziano con fragilità aperto sul territorio coinvolgendo le persone a loro vicine.
Offriamo diverse tipologie di soggiorno che partono dagli appartamenti protetti fino alle camere medicalizzate e a soggiorni temporanei.

La Casa per Anziani è situata nel comune di Giubiasco ed è stata inaugurata nel 1975 come prima ed unica struttura pilota cantonale fino al 1998; la struttura era stata pensata come modello innovativo nella presa a carico degli anziani come esempio per le altre strutture del Cantone.
In seguito, nel 1999, la struttura è rinata come Fondazione di diritto privato con la particolarità che i membri fondatori sono i comuni (Giubiasco, Camorino, Sant’Antonino, Cadenazzo, Gambarogno, Pianezzo e Sant’Antonio).
La gestione della struttura avviene sulla base di un contratto di prestazione con il Cantone e si applicano delle rette differenziate che si basano sul reddito e la sostanza degli anziani che verranno accolti.
Si tratta di una popolazione aborigena australiana la quale ha creato una vera gerontocrazia all’interno della propria società. Sono "gli uomini dai capelli grigi" che detengono il potere, sono depositari dell’esperienza necessaria per la sopravvivenza del gruppo, celebrano le cerimonie religiose e hanno l’autorità indiscussa sui giovani.
Il loro apogeo viene raggiunto quando diventano vecchi e invalidi. La loro vicinanza al mondo dei morti li rende potenziali mediatori tra il terreno e l’ultraterreno; per questo incutono grande timore e sono trattati con venerazione ed il massimo rispetto.
La Carta Valoriale è un documento che racchiude i Valori, la Missione e la Visione della Fondazione Casa per Anziani. Ogni membro del team che lavora all'Aranda interiorizza e mette in pratica questi Valori per rispondere alla Missione della Fondazione.
Il documento completo è visualizzabile qui.
Presidente: Lancetti Alan, Giubiasco

Vice-presidente: Mossi Meroni Cristina, Giubiasco

Membri:
  • Robassa Roberto, Giubiasco
  • Biaggio-Ostini Eliana, Giubiasco
  • Stornetta Lorenzo, S. Antonino
  • Mozzini Vincenzo, Camorino
  • Bariffi Nadia, Contone
  • Tamagni Daniela, St. Antonio
  • Grisetti-Bontognali Sonia, Giubiasco
Il nostro team

Siamo fieri di lavorare con

Team di direzione
Athos Gasparoli (Ergo terapista)
Nicola Di Mattia (Resp. Serv. Tecnico e Alberghiero
Antonella Lotti Baldassari (Economa contabile)
Christian Musso (Resp. Settore Cure)
Bruno Cariboni (Direttore)
Quadri intermedi
Immagine non disponibile
Tutto il personale
Daria, Giovanni, Donata, Enrico, Adelio, Paolo, Emanuela, Arianna, Isabella, Franca, Valentino, Angela, e tanti altri

La Fondazione Casa per Anziani è una struttura medicalizzata che offre sia camere che appartamenti protetti.

Per quanto riguarda le camere, l'offerta comprende 83 posti letto, che sono distribuiti tra 15 camere doppie e 53 singole.

Inoltre, v'è lo stabile degli appartamenti protetti, che accoglie persone anziane autosufficienti ma con un bisogno di sicurezza ulteriore dato dalla vicinanza alla FCPA e alla reperibilità 24 ore al giorno, sette giorni su sette, del personale curante tramite il campanello situato negli appartamenti. Gli appartamenti protetti si compongono di 7 bilocali e 20 monolocali.

I reparti di cura sono 3 denominati giallo (1° piano), rosso (2° piano) e blu (3° piano) ed ognuno è composto da un équipe multidisciplinare gestita da un capo reparto e coordinati dal Responsabile del Settore Cure Inoltre sono presenti una specialista clinica in geriatria e gerontologia nonché infermiera insegnante responsabile degli allievi in formazione ed un infermiere responsabile della qualità.

Il personale impiegato nelle cure è composto dalle seguenti figure professionali:

  • Infermieri diplomati
  • Assistenti geriatrici
  • Operatori Sociosanitari
  • Assistenti di cura/ Addetti alle cure socio sanitarie
  • Ausiliari di cura
  • Apprendisti, allievi, stagiaire

Per rispondere e prendere a carico la complessità delle cure in geriatria la FCPA si è dotata di un modello denominato Valutazione Multidimensionale Geriatrica (d'ora in avanti VMG) che si compone di un assessment geriatrico che indaga i multidimensionali problemi dell’anziano tramite degli strumenti oggettivi e validati.

La VMG valuta le risorse residue, le potenzialità ed i bisogni dell’anziano per infine costruire un piano di cura personalizzato e coordinato tra le varie figure professionali che ruotano intorno al paziente.

La VMG è elaborata da un team multidisciplinare composto da infermieri (meglio se con una specializzazione in geriatria), operatori socio-sanitari e da fisioterapisti ed ergoterapisti.

Nel 1999 il Consiglio di Fondazione aveva deciso di istituire un’organizzazione all’interno dell’Istituto composta da ospiti e persone a loro vicine con lo scopo di coinvolgerli nella gestione della Casa.

1. Presso la Casa anziani di Giubiasco è promossa la consultazione pemanente degli ospiti e delle persone loro vicine, come strumento di promozione e di controllo della qualità dei rapporti umani e dei servizi. Le seguenti disposizioni, decise dal Consiglio di Fondazione, organizzano gli ospiti della Casa e le persone loro vicine, in sostituzione di una libera associazione dei medesimi altrettanto rappresentativa.

2. I familiari e le altre persone che manifestano interesse o mantengono contatti regolari con gli ospiti della Casa sono riunite, almeno una volta ogni anno, in Assemblea; alla medesima partecipano pure gli ospiti della Casa che lo desiderano.

3. L'Assemblea:

  • riceve infomazioni d'interesse generale dal Consiglio di Fondazione o dalla Direzione della Casa;
  • esprime pareri consultivi su domande o proposte del Consiglio di Fondazione o della Direzione della casa;
  • designa e rinnova ogni anno un Comitato, al quale può affidare compiti. L'Assemblea è convocata dal Comitato, o dalla Direzione della Casa se il Comitato manca o è inattivo.

4. Il Comitato:

  • designa al proprio interno un Presidente ed eventuali altri incarichi;
  • riceve informazioni ed esprime pareri, nel periodo tra due assemblee;
  • raccoglie e rivolge alla Direzione della Casa suggerimenti, lamentele, richieste d'informazione e ogni altra comunicazione che ritiene utile;
  • svolge altri compiti affidati ad esso dall'Assemblea;
  • interlocutore del COmitato e di regola il Direttore della Casa. Il comitato può però sempre rivolgersi al Consiglio di Fondazione.
  • È data facoltà al Presidente di ampliare transitoriamente il Comitato in caso di più posti vacanti, fino alla prossima Assemblea.

5. Sono assunti dalla Casa gli oneri di convocazione e segretariato per l'Assemblea e il Comitato, necessari ai compiti sopra descritti.

Gli operatori che lavorano in questo settore propongono delle attività in funzione delle risorse e delle difficoltà di ogni persona, con lo scopo di mantenere e/o recuperare le capacità motorie e cognitive dell’ospite conservando o raggiungendo l’autonomia nelle attività della vita quotidiana.

Il settore terapeutico è suddiviso in due parti, una organizzata per svolgere terapie individuali e l’altra per le terapie di gruppo.

L’animazione all’interno della nostra casa é intesa quale laboratorio di autonomia che favorisce lo stare insieme, il recupero della voglia di vivere, il desiderare, l’inventare, il sapere. L’animazione è finalizzata al divertimento e all’evasione dalla solitudine, dalla monotonia, dal dolore e dall’angoscia che accompagnano la vecchiaia, permette anche di costruire una propria progettualità tenendo conto dell’insieme dei bisogni.

Cucina
La Cucina prepara pietanze sane, variate e nutrienti, tenendo presente lo stato di salute dell’ospite e le sue preferenze personali, nel pieno rispetto delle regole d’igiene. Si avvale di un responsabile specializzato in dietetica che istruisce il personale di cucina e il personale curante.

Lavanderia
La Lavanderia assicura agli ospiti il lavaggio, l’etichettatura dei capi e la stiratura di tutti gli indumenti personali, di tutta la biancheria da letto e da bagno, la distribuzione e l’ordine negli armadi privati e nei magazzini comuni.

Pulizia piani
Il servizio di Pulizia piani assicura agli ospiti la pulizia e l’ordine all’interno e all’esterno della Casa, dedicando particolare attenzione e cura alle camere e agli appartamenti degli ospiti.

Settore tecnico
Il settore tecnico, composto da tre persone, assicura agli ospiti una corretta manutenzione degli stabili, di tutte le attrezzature, le apparecchiature e le macchine all’interno e all’esterno della Casa.

Servizio religioso
La cappella si trova al pianterreno; ogni sabato e nei giorni pre-festivi alle ore 16.30 viene celebrata la S. Messa in collaborazione con il parroco di Giubiasco.

Servizio parrucchiera
Nello stabile appartamenti protetti si trova il salone parrucchiera riservato agli ospiti dell’Istituto. Su appuntamento gli ospiti vengono accompagnati dal personale curante. Le tariffe sono definite dalla Direzione e incassate direttamente dalla parrucchiera.

Pédicure
Il servizio pédicure viene effettuato una volta al mese da una pédicure diplomata, con la collaborazione di Pro Senectute; il servizio è a carico dell'ospite e fatturato mensilmente.

Bar
Il bar, situato al pianoterra dello stabile principale, è gestito da volontari. Il prezzo delle consumazioni è fissato dalla Direzione, la quale tiene in considerazione la tipologia della clientela del bar. I ricavi del bar vengono utilizzati per le attività ricreative degli ospiti. Il servizio è assicurato dal lunedì al venerdì, sia il mattino che il pomeriggio, mentre il sabato e la domenica solo il pomeriggio.
Nei momenti in cui il bar è chiuso sono a disposizione dei distributori automatici.

Donazioni

Vorresti supportarci attraverso una donazione?

BANCA RAIFFEISEN DEL CAMOGHÉ DI GIUBIASCO
a favore del seguente Conto Donazioni
IBAN/N. conto: CH61 8034 4000 0005 3029 2
Documenti

Per un ulteriore approfondimento

Codex Aranda

Visualizza

Carta Valoriale

Visualizza

Domanda d'ammissione

Visualizza

Regolamento ospiti

Visualizza

Contratto d'accoglienza

Visualizza

Diritti del paziente

Visualizza
Contatti

Per ogni curiosità

Apri Mappa